Il mio anno all'estero in una boarding school negli USA

  

Ciao a tutti! Sono Giorgia e sono stata una exchange student in una Boarding School negli Stati Uniti, più precisamente nel Maine. 

Giorgia at her graduation day

La vita in un campus americano:

Il fatto di aver scelto la boarding school invece della classica host family ha reso questa esperienza ancora più emozionante. Questa scelta mi ha dato l'occasione di vivere in un ambiente pieno di ragazzi della mia età e soprattutto provenienti da tutto il mondo permettendomi di non solo conoscere la lingua e cultura americana ma di espandere la mia conoscenza sulla cultura di quasi tutto il mondo.

La boarding school mi ha permesso non solo di partecipare alla vita quotidiana in una high school ma anche di partecipare a numerose attività, come visitare città, fare un giro in motoslitta, andare al cinema o al trampoline Park. In questo modo siamo riusciti a svagarci un po' e provare nuove esperienze anche se la scuola è stato il centro principale dell'esperienza e credo che sia stata una delle parti che ho amato di più.

In Italia raramente mi svegliavo la mattina con la voglia di andare a scuola mentre negli Stati Uniti, ogni giorno mi svegliavo carica per la nuova giornata. Questo grazie al fatto che il programma americano ti fa vivere la scuola in maniera più rilassante in quanto sei tu a scegliere le materie, perciò, studi quello che hai davvero voglia di conoscere. Per quanto riguarda i professori, il rapporto che si crea con loro è più amichevole seppur ovviamente mantenendo il rispetto del ruolo ma non ti fai problemi a chiedere aiuto e consigli a loro perché sai già che saranno più che volenterosi di aiutarti.  

La mole di studio che ti devi portare a casa non è eccessiva in quanto ci sono delle ore apposite durante l'orario scolastico che ti permettono di fare i compiti.

Giorgia and her friends at the graduation day

Cambiare le proprie abitudini:

Un'altra cosa che ho amato è stato condividere la mia camera con un'altra ragazza. Io ho sempre avuto la camera a casa tutta per me quindi inizialmente ero un po' preoccupata di condividere uno spazio piccolo e personale con una completa estranea ma nel momento stesso che sono arrivata lì ho capito quanto fosse importante e bello vivere con un'altra studentessa.

Abbiamo creato un buon rapporto fin dall'inizio che piano piano si è trasformato in una bellissima amicizia, passavamo le notti sveglie a raccontarci di casa nostra, lei imparava un po' dell'Italia e io dei Paesi Bassi e ci aiutavano nei momenti di bisogno.  

 

Il mio profilo Instagram