L'arrivo negli USA

Giulia è un exchange student in USA, dove sta trascorrendo il suo anno scolastico all’estero.

Ciao a tutti,

Mi chiamo Giulia, ho 15 anni ed lo scorso luglio ho iniziato il mio percorso da exchange student negli Stati Uniti.

Ho lasciato la mia casa, la mia famiglia e la vita a cui ero abituata, pronta a lanciarmi in questa nuova avventura con un’enorme valigia piena di paure e di punti interrogativi (e con una molto più grande per portare tutti i miei vestiti) ma, allo stesso tempo, con una gran voglia di iniziare questo viaggio e di mettermi alla prova.

Soft Landing Camp

Atterrata a New York ho trascorso i miei primi cinque giorni sul suolo americano nel Soft Landing Camp. Qui sono entrata in contatto con un gran numero di exchange student provenienti da diverse nazioni pronti, come me, ad iniziare questa nuova esperienza.

I giorni sono passati veloci tra le passeggiate per le strade di New York, lo shopping, le ore trascorse in spiaggia ed i vari meeting mattutini pensati per istruirci e prepararci ad ogni evenienza, e in un batter d'occhio era già ora di chiudere di nuovo la valigia e salire su un altro aereo, pronta per volare in California.

Il primo incontro con la Host Family

Ho attraversato tutti gli Stati Uniti e una volta atterrata nel piccolo di Ontario, mi sono diretta verso l'uscita. Arrivata nell'ingresso ho iniziato a cercare tra le altre persone in attesa un viso familiare e, quasi immediatamente la mia attenzione è stata catturata da due figure che si trovavano in piedi davanti alla fine della scala mobile da cui stavo scendendo.

Ho subito riconosciuto il viso della donna, lo stesso presente sul mio fascicolo inerente alla host family, ed accanto a lei una bambina che reggeva un cartellone che recitava

Questo non lasciava spazio a dubbi: avevo trovato la mia host family!

Mi sono avvicinata, un po' timorosa all'idea di conoscerle, ci siamo presentate e ci siamo recate in macchina verso la mia nuova casa ad Hesperia.
Siamo arrivate che era ormai buio e ci siamo sedute in salotto per chiacchierare, in un momento erano già le 11:30.

Sono entrata in camera e sulla scrivania ho trovato un grosso cesto pieno di regalini che mi sarebbero stati utili per iniziare la mia nuova vita in America come una tazza per la colazione con i simboli dello Stato della California ed una serie di oggetti da usare per la scuola.

Dopo aver visto la dolcezza di questo gesto ed aver cominciato a conoscerle mi sentivo molto più tranquilla e pronta a iniziare a costruirmi la mia nuova realtà.

Giulia scrive dalla California mentre sta trascorrendo il suo anno scolastico in USA. Vorresti anche tu frequentare una high school in California? Con Astudy puoi aggiungere una scelta dell’area al tuo programma!

Diventa un exchange student