L'importanza della famiglia ospitante

Giulia è un exchange student in USA, dove sta trascorrendo il suo anno scolastico all’estero.

Proprio oggi stavo riflettendo su quanto può fare la differenza la propria host family.

Ogni giorno impari qualcosa di nuovo su di loro e sulle loro abitudini, ogni giorno impari a conoscere una sfumatura in più del loro carattere. Io adoro la mia famiglia, è come avere tre amici dentro casa, mi sento a mio agio e sento ormai di poter parlare veramente di tutto con loro.

La mia famiglia ospitante

Kimberlee e Bradley, la mia mom e il mio daddy, sono due persone fantastiche, si amano alla follia e si preoccupano sempre l'uno per l'altro. 

Brad va matto per il cibo messicano e il football americano, qui ovviamente si tifa la squadra texana dei Longhorns, scontato! Il football negli USA è una religione, tutti lo seguono, chi più chi meno, ma nessuno escluso. Durante il game si innalzano urli e motti della squadra in continuazione e si commenta ogni passaggio. Il game dura all'incirca 4 ore totali e di sabato si fa solo questo, nel caso di vittoria si può pensare al resto, nel caso contrario aspettatevi il fantastico bad mood texano per il resto del weekend. 

Kim è la persona che soffre di più le sconfitte della squadra, non perché sia particolarmente attaccata al football ma perché sa già che sarà l'unica a dover sopportare Brad, mentre tutti gli altri fuggono (io e Shel comprese) nel tentativo di evitare il fatidico mood.

Lei è una persona con cui ti puoi confidare tranquillamente e saprà sempre darti la soluzione giusta, ed è per questo che mi ricorda tanto mamma. È una persona che impiega tutta se stessa per farti trovare sempre il meglio di ogni cosa. È una persona gentile, che sa farti sempre sentire a tuo agio e che mi vuole bene come se fossi una figlia. 

Shelby, mia sorella, è completamente fuori di testa, qualsiasi cosa lei abbia è ordinata secondo color code. Dipinge, canta, lavora, studia e poi non gli interessa cosa pensa la gente di lei, fa quello che vuole fare senza pensarci su troppo. È una ragazza con ambizioni altissime che sa perfettamente cosa vuole per il suo futuro.

Vuole diventare un medico e studia sempre e costantemente per arrivare al suo obiettivo. Sa sempre come tirarti su il morale e si fa in quattro pur di aiutare le persone che le stanno vicine. Con lei non ti stanchi o ti annoi mai, è veramente impossibile.

Ieri abbiamo fatto andata e ritorno da Austin insieme per una festa di famiglia, non abbiamo smesso di cantare e di ridere neanche per un secondo, e questo sulla via per San Antonio ci è costato mezz'ora di ritardo perché, urlando a squarciagola per le "stradine" di Austin, abbiamo sbagliato strada, ovviamente, ma almeno ne è valsa la pena.

La famiglia secondo me è la parte più importante di questo programma e io sono grata di aver ricevuto delle persone come loro che piano piano stanno diventando la mia seconda casa.

Giulia scrive dal Texas mentre sta trascorrendo il suo anno scolastico in USA. Vorresti anche tu frequentare una high school in Texas? Con Astudy puoi aggiungere una scelta dell’area al tuo programma!

Diventa un exchange student