La famiglia ospitante

Sara è un exchange student in Germania, dove sta trascorrendo il suo anno scolastico all’estero.

Eccomi qui! Questa volta parlerò di un argomento mai affrontato in precedenza ovvero la mia famiglia ospitante!

A volte si deve cambiare

In questa avventura devo ammettere di non essere stata molto fortunata poiché ho cambiato famiglia due volte, i primi quattro mesi li ho trascorsi presso la prima famiglia ma non si era creato un rapporto di complicità.

La paura di cambiare era tanta e per questo motivo ho fatto passare molto tempo prima di decidere di parlarne con la mia tutor, ma adesso posso dire di aver fatto la scelta giusta e non ho alcun rimorso, quindi il consiglio che posso dare è quello di non esitare a comunicare eventuali problematiche perché il tempo a volte non aiuta.

Le situazioni impreviste

La seconda famiglia era perfetta, la mia sorella ospitante era molto gentile con me, abbiamo trascorso il Natale in una piacevole atmosfera e non mi potrò scordare tutte le volte in cui siamo andati al ristorante (veramente tante)! Sono stata per la precisione 50 giorni con loro ma purtroppo ho dovuto cambiare poiché la mia sorella ospitante é stata ricoverata in ospedale a causa di un incidente al ginocchio.

I genitori ospitanti pensavano non fosse giusto per me vivere questa situazione ed hanno ritenuto che la soluzione migliore per me fosse quella di cambiare famiglia. Così, il 1 febbraio sono arrivata nella mia terza famiglia ed improvvisamene tutto é cambiato, ho finalmente trovato la mia famiglia ideale e nonostante tutti i problemi e le paure affrontate sono molto contenta del cambiamento!

La mia famiglia ospitante

La mia attuale famiglia é composta dai miei genitori: Klaus e Ursula che io chiamo Mutti, e che sono a dir poco adorabili ed i loro quattro figli: Anne (20 anni), che é stata con me tutto il mese di febbraio e ci sarà anche il mese di aprile perché studia e lavora a Munster, Michael (19), che tornerà ad aprile dal Sudafrica e rimarrà con me fino alla fine del mio percorso, Cornelius (16), che sta trascorrendo un anno in America ma tornerà a metà giugno, quindi anche lui un exchange student, ed infine il più piccolo, Maximilian (14), che fortunatamente è sempre a casa con me! Che dire, siamo veramente uniti.

Questo weekend i miei genitori ospitanti, Maxi ed io siamo andati ad Erfurt, una città che si trova nella vecchia Germania dell’est e ci siamo veramente divertiti molto poiché il venerdì sera siamo andati al teatro dell’Opera e dopo il teatro abbiamo cenato al giapponese.

Il giorno dopo, ovvero il sabato, abbiamo fatto i turisti lungo le stradine di Erfurt mentre la domenica siamo andati all’ Escape Room. È stata la mia prima volta e devo dire che é un’ottima attività da fare in famiglia! A pranzo abbiamo optato nuovamente per il sushi ed il pomeriggio siamo ripartiti destinazione casa!

Dopo questi tre giorni meravigliosi posso dire di aver approfondito la conoscenza con la mia nuova famiglia e posso affermare che sono stata molto fortunata ad aver incontrato delle persone fantastiche come loro! Mi trattano come se fossi la loro 5 figlia e io mi sento finalmente come a casa nella mia famiglia.

A presto, Sara.

Sara scrive dalla Germania dove sta trascorrendo il suo anno scolastico all’estero. Vorresti anche tu frequentare una high school in Germania? Prenota subito un incontro informativo gratuito per diventare un exchange student con Astudy!

Diventa un exchange student